Ethical Fashion Lifestyle

#waatblifestyle: 10 idee pratiche per una vita sostenibile

Benritrovati su Waatb con un articolo riguardante un tema a cui teniamo molto: lo stile di vita sostenibile.

Una vita sostenibile

Prendiamoci del tempo per noi: rilassiamoci, prepariamo un infuso caldo e fermiamoci un momento a ragionare insieme.

Negli ultimi anni siamo diventati tutti più consapevoli delle conseguenze ambientali delle nostre scelte: lo stile di vita che la maggior parte di noi ha non è sostenibile.

Produciamo più del necessario, sprechiamo cibo e risorse, inquiniamo, in un circolo vizioso che continua a creare danni irreparabili.

Cosa possiamo fare per cambiare le cose?

Un impegno quotidiano

Partiamo da un presupposto: ognuno di noi può fare la differenza. Pensare che ” tanto non cambia nulla” è sbagliato: ognuno di noi, ogni giorno, può modificare le sue abitudini e compiere scelte differenti.

Si tratta solo di prendere consapevolezza di ciò che ogni giorno facciamo, e cambiare noi per primi. Piccoli passi alla volta, ci ritroveremo a cambiare le cose in modo naturale e senza troppi sforzi.

Una scelta etica

Scegliere una vita sostenibile è una scelta che ci cambia profondamente: ci rendiamo conto che la nostra vita è legata agli altri e all’ambiente intorno a noi, e che cambiando noi per primi possiamo influenzare positivamente chi ci circonda.

Non si tratta di essere rigidi o di imporre le proprie convinzioni: piano piano il nostro nuovo stile di vita ci renderà più contenti e soddisfatti, e gli altri non potranno non notarlo.

Imparare a pensare sostenibile

Cambiamo noi, cambia tutto!

Impariamo a valutare le scelte che compiamo: smettiamo di agire compulsivamente, acquistiamo meno e con coscienza, diamo valore a ciò che abbiamo, condividiamo con gli altri, diveniamo più presenti a ciò che succede intorno a noi.

Questo ci porta davvero a guardare le cose con occhi nuovi e, come spesso succede, arricchisce la nostra esistenza.

Cosa fare in pratica: 10 passi concreti per cambiare le cose

Cosa possiamo fare subito per adottare uno stile di vita sostenibile? Ecco i 10 passi che cambieranno la nostra vita!

1: osserviamo i rifiuti che produciamo

Il primo passo è forse il più duro, ma tant’è: dobbiamo osservare i rifiuti che produciamo.

Da dove vengono? Cosa acquistiamo con regolarità che produce sistematicamente una montagna di rifiuti? Probabilmente il primo imputato sarà sempre lei: la plastica. Bottiglie d’acqua minerale, pellicole, buste, bustine, imballaggi. La maggior parte dei rifiuti che noterete sarà in plastica.

Chiediamoci a cosa possiamo rinunciare per impattare meno sull’ambiente.

2: scegliamo imballaggi ecosostenibili

Sostituiamo la plastica con materiali ecofriendly: borse in tela e tessuto, contenitori in vetro, buste in garza diventeranno i nostri migliori amici.

Materiali resistenti, a lunga durata, igienici e pratici che ci accompagneranno per anni, senza finire dopo poco nella spazzatura.

3: impariamo a fare una spesa sostenibile

Molta della spazzatura che produciamo deriva dai materiali che gettiamo dopo aver sistemato la spesa.

E’ possibile evitare gli incartamenti in plastica- ma anche quelli biodegradabili che si “biodegradano” in un secondo- e portare con noi dei contenitori o delle bustine in garza dove mettere il cibo che acquistiamo.

Una volta a casa, sistemeremo i cibi acquistati nella nostra dispensa. I negozi che vendono cibi sfusi ci aiutano molto ad eliminare gli imballaggi inutili: molti alimenti secchi come riso, cereali, legumi e spezie possono essere acquistati facilmente, e spesso sono anche di ottima qualità!

4: cuciniamo, conserviamo, organizziamo

Una dispensa ben organizzata ci salva letteralmente la vita- e anche il portafoglio!

In foto un esempio di come organizzare al meglio la nostra dispensa: ricicliamo i barattoli in plastica e vetro, o acquistiamo dei nuovi contenitori in vetro, da etichettare per vedere subito ciò che abbiamo in dispensa. Questo semplice metodo ci permetterà di vedere immediatamente ciò che manca e ciò che serve, evitando sprechi ed acquisti inutili.

Acquistiamo cibi sani, nutrienti e che sostengano il nostro benessere e la nostra salute: è bello “ritornare in cucina” e preparare da noi i nostri pasti- magari aiutandoci col metodo meal prep. Spenderemo meno e meglio, sarà divertente e avrete molto più tempo libero, tempo di qualità da dedicare a ciò che ci fa stare bene.

5: scegliamo le pulizie ecologiche

Per pulire la nostra casa servono pochi prodotti!

Se possibile evitiamo di acquistare imballaggi di plastica, ma torniamo alle origini, come facevano le nostre nonne: sapone di Marsiglia, aceto, bicarbonato, acido citrico, sapone nero, percarbonato di sodio diventeranno i nostri migliori alleati per le pulizie.

Eviteremo anche di respirare prodotti chimici, e di inquinare. Ottima soluzione anche i detersivi da ricaricare alla spina, utilizzando sempre il medesimo contenitore.

6: osserviamo i nostri acquisti, compriamo meno e meglio

Avere una montagna di vestiti non ci serve a nulla: impegniamoci a fare una bella operazione di decluttering, regalando ed eliminando quelli che non indossiamo da tempo-vi suggeriamo il metodo Konmari di Marie Kondo per farlo!

Teniamo i capi che ci danno una sensazione positiva. Vale lo stesso per altre categorie di oggetti che riempiono di spazi la nostra casa: possiamo evitare di comprare l’ennesima cosa di cui abbiamo già 10 pezzi? Beh allora facciamolo.

Spesso si acquistano cose inutili, guidati da meccanismi compulsivi indotti dal marketing e dalla pubblicità. Lavorare su queste dinamiche ci restituirà sicurezza e ci farà riappropriare del nostro potere decisionale.

7: operazione detox, anche nei cosmetici

Forse questo punto vi sembrerà un controsenso perché, come immaginerete, il nostro lavoro di testing dei prodotti cosmetici ci porta ad avere davvero molti flaconi, barattoli e accessori cosmetici in casa. Ma anche noi, nel nostro piccolo, compiamo scelte sostenibili.

Utilizziamo solo le referenze che intendiamo realmente testare, che vanno bene per le nostre esigenze e tipologia di pelle: le altre finiscono nella busta dei regali per far felici le amiche. Sistematicamente facciamo una cernita dei prodotti, per tenere in ordine e pulito il nostro armadio beauty.

A qualcuna di noi piace anche preparare dei prodotti cosmetici in casa, seguendo ricette facili e a base di pochi ingredienti sicuri e ovviamente naturali. Olii vegetali come jojoba, ricino, vinaccioli e argan, olii essenziali come eucalipto, limone, lavanda e arancio non mancano mai nelle nostre case.

8: acquistiamo abbigliamento etico e sostenibile

Il settore della moda è al secondo posto dei settori industriali più inquinanti al mondo, appena dopo il settore petrolifero. Lo avreste mai detto? La maglia da 5 euro che per il nostro portafogli ha un costo irrisorio, in termini di impatto ambientale, economico ed umano ha un costo altissimo.

Per fare la differenza possiamo fare tanto: smettiamo di acquistare dalle catene di fast fashion, compriamo invece abbigliamento etico da giovani artigiani per sostenere le piccole realtà e indossare un capo in fibra naturale, sicuro e fatto con amore.

Ricicliamo i vestiti che non usiamo più, ripariamo quelli che intendiamo tenere, acquistiamo abiti usati– ci sono ad oggi circuiti che comprendono anche abiti vintage di livello– e soprattutto convinciamoci che “less is more”.

9: condividiamo le nostre scelte con chi abbiamo accanto

Condividere questo percorso con qualcuno ci aiuta a rafforzare in noi la convinzione che siamo sulla strada giusta, anche se apparentemente non cogliamo subito l’impatto e la differenza che fanno le nostre nuove azioni.

Noi di Waatb abbiamo condiviso idee, suggerimenti e consigli, sostenendoci e confrontandoci sempre per abbracciare questo nuovo “stile di vita” con allegria ed entusiasmo. Ogni giorno la nostra consapevolezza cresce, ed è bellissimo sostenerci l’un l’altra stimolandoci anche a fare sempre meglio.

10: impegniamoci ad essere felici!

E’ importante ricordarci che stiamo facendo tutto questo per essere più felici: avere uno stile di vita sostenibile ci rende più maturi, consapevoli, protagonisti della nostra storia. Come consumatori abbiamo un potere enorme, e sta a noi indirizzarlo nel compiere scelte giuste, per noi e per gli altri.

Ci ritroveremo a rinunciare ad alcune cose che ci sembravano fondamentali, e invece erano superflue. Scopriremo nuovi modi di vedere le cose, ci confronteremo con nuovi punti di vista e questo non potrà che essere stimolo, nuova linfa vitale per evolvere come esseri umani.

Questo pianeta è la cosa più preziosa che abbiamo, non nostro, solo in custodia: noi vogliamo davvero averne cura, e voi?

Raccontateci le vostre idee e impressioni nei commenti, e parliamone approfonditamente sul nostro Gruppo Facebook!

A presto su Waatb!

You may also like...

2 Comments

  1. Marica says:

    Giustissimo ragazze, mi trovo perfettamente d’accordo con voi.
    Aggiungerei una cosa: riutilizzare. Ultimamente, con la “moda” del sostenibile si spingono le persone a comprare cose fondamentalmente poco utili, ma che ci vengono presentate come indispensabili per essere più sostenibili. La prima cosa che mi viene in mente sono i kit zero waste, che propongono cose che magari, a guardare bene in casa, abbiamo già: che senso ha comprare delle posate in bambù per il nostro pranzo fuori, ad esempio, quando possiamo tranquillamente portarci quelle che abbiamo a casa? E scommetto che chiunque di noi ha già a casa le borse in tela riutilizzabili, senza bisogno di acquistarne di nuove per la nostra spesa sfusa. Purtroppo siamo così abituati a comprare che non vediamo più quello che abbiamo già a nostra disposizione.
    Come avete scritto anche voi in riferimento all’abbigliamento, ma che poi è vero un po’ per tutto, “less is more”. E’ la prima cosa da imparare, secondo me.

    1. waatb says:

      siamo d’accordissimo con te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *